Pentecoste - Kiko Arguello

 pentecoste kiko

"Pentecoste" Dipinto di Kiko Arguello dell'abside della Cattedrale Almudena a Madrid

Descrizione del dipinto da parte dell'autore 

"Quando il giorno di Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un suono, come il soffio di un vento impetuoso, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro. Tutti furono riempiti di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro di esprimersi. " (Atti 2,1-4)  

La Pentecoste è l'invio dello Spirito dal Padre, cinquanta giorni dopo la Pasqua. L'icona mostra il collegio dei dodici apostoli, il segno delle dodici tribù di Israele. A destra della Vergine è S. Pietro e S. Paolo a sinistra, la grandezza e l'importanza della sua opera di evangelizzazione è sempre incluso per tradizione dagli apostoli. Ogni apostolo ha in mano un rotolo, simbolo di predicare la Buona Novella. Nella tradizione iconografica occidentale, la Vergine appare al centro degli apostoli. La sua presenza richiama le parole degli Atti: "Erano assidui alla preghiera con una sola mente, insieme con alcune donne e Maria madre di Gesù" (At 1, 14). E 'stato, infatti, possibile che colei che aveva ricevuto lo Spirito Santo al momento del concepimento, non era presente quando lo Spirito Santo discese sugli apostoli. Pentecoste trasforma il peccatore in un uomo santo: gli apostoli, che avevano lasciato Gesù nell'ora della passione e erano ancora pieni di paura, nonostante le apparizioni di Gesù risorto, ricevono un nuovo spirito che li ha trasformati in testimoni. Gli apostoli sono seduti in un arco. Tutti sono sullo stesso piano e hanno le stesse dimensioni, è l'armonia di unità, dono dello Spirito Santo. L'icona mette in luce la storia degli Atti. Ogni apostolo ha ricevuto "personalmente" una lingua di fuoco. Lo Spirito Santo viene dato in un modo unico e personale per ciascuno di essi. E 'il compleanno della Chiesa, la comunione tra gli uomini. Lo Spirito Santo fa apparire sulla terra la rivelazione della comunione celeste di tre persone divine. Il miracolo delle lingue nel primo discorso di San Pietrolo attesta. Le lingue, che una volta erano state confuse, come ha ricordato l'episodio della Torre di Babele, ora si uniscono nella conoscenza misteriosa della Trinità. La comunione ha raggiunto una tale intensità che non è più una comunione attraverso la conoscenza della lingua, ma un parlare da spirito a spirito. Il personaggio vestito come un re, in fondo l'icona, è il cosmo. Circondato da un fiocco nero, un segno che l'universo è prigioniero del principe di questo mondo e della morte. Il cosmo è in possesso di un panno con dodici rotoli, simbolo della predicazione dei dodici apostoli e della Chiesa. Nell'icona ci sono due livelli: sopra, è la "nuova creazione" realizzata dallo Spirito Santo e alla quale l'umanità aspira; verso il basso, lo Spirito Santo entra in azione con l'evangelizzazione per liberare e trasformare il cosmo prigioniero della morte.

Kiko Arguello

Utenti Collegati

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online

Histats

Maranathà

FIRMA PETIZIONE DIFESA FAMIGLIA

Firma No Matrimonio Gay